Accesso ai documenti amministrativi: finalità e limiti

Consiglio di Stato, sez. IV, 22.6.2016, n. 2760

La legislazione in materia di accesso ai documenti amministrativi, oltre a soddisfare un generale requisito di trasparenza, mira a ridurre il contenzioso, evitando la deteriore prassi del passato, in virtù delle quale la parte istante era obbligata a proporre il ricorso, senza avere in precedenza potuto delibare in ordine alla compiuta consistenza delle proprie ragioni; ciò determinava un aumento esponenziale del contenzioso, e, soprattutto, creava la condizione per cui venivano proposte impugnazioni che, ove la parte istante avesse potuto conoscere gli atti su cui si era fondata la statuizione reiettiva dell'Amministrazione, non sarebbero state presentate.

 

 

 

Per leggere l'articolo occorre essere un utente registrato.
Prova a effettuare il login oppure registrati
Tag: Diritto di accessoaccesso ai documenti amministrativiaccesso civico
Dike Giuridica Editrice s.r.l. - P.I.: 09247421002
Via Raffaele Paolucci, 59 - 00152 ROMA
Copyright 2012 - 2018