L’oggetto dei contratti global service conclusi tra la PA e i privati. Un ulteriore limite imposto dalla giurisprudenza amministrativa.

Consiglio di Stato, sez. V, 27 gennaio 2016, n. 276

L'istituto della tipologia contrattuale global service, pur attenendo alla sfera delle scelte discrezionali dell'Amministrazione richiede di specificare con esattezza negli atti di gara l'ammontare delle singole prestazioni e la loro incidenza percentuale delle diverse categorie rispetto all'importo complessivo del contratto. La tipologia contrattuale global service può inglobare interventi di manutenzione straordinaria in senso proprio, ma soltanto laddove essi siano accessori rispetto all'oggetto principale dell'appalto così come definito in modo determinato dal contratto.

 

 

Per leggere l'articolo occorre essere un utente registrato.
Prova a effettuare il login oppure registrati
Tag: contratti pubbliciglobal service
Dike Giuridica Editrice s.r.l. - P.I.: 09247421002
Via Raffaele Paolucci, 59 - 00152 ROMA
Copyright 2012 - 2018