Il “fattore tempo” nell’annullamento d’ufficio della P.A. alla luce della cd. “riforma Madia”

Cons. Stato, Sez. VI, 10 dicembre 2015, n. 5625

In tema di esercizio del potere di annullamento in autotutela, il fattore tempo su cui fonda l’affidamento qualificato del privato va valutato alla luce del d.l. 12 settembre 2014, n. 133, convertito in legge n. 164/2014 e successivamente novellato dall’art. 6, legge 7 agosto 2015, n. 124, da cui discende uno sbarramento temporale all’esercizio del potere di autotutela (rappresentato da diciotto mesi dal momento dell’adozione dei provvedimenti di autorizzazione o di attribuzione di vantaggi economici che, pur se non applicabile ratione temporis, rileva, in ogni caso, ai fini interpretativi e ricostruttivi del sistema degli interessi rilevanti)

 
 
 
Per leggere l'articolo occorre essere un utente registrato.
Prova a effettuare il login oppure registrati
Tag: L. n. 241/1990annullamento d’ufficioart. 21 noniesautotutela della P.A.cd. “riforma Madia”
Dike Giuridica Editrice s.r.l. - P.I.: 09247421002
Via Raffaele Paolucci, 59 - 00152 ROMA
Copyright 2012 - 2018