Sulla natura del comparto edificatorio e sulla competenza alla sua approvazione

Consiglio di Stato, sez. IV, 28 gennaio 2016, n. 319

Il comparto edificatorio è uno strumento urbanistico di terzo livello, attuativo della pianificazione urbanistica ed avente la finalità (comune agli altri strumenti urbanistici) di assicurare una percentuale di sviluppo razionale dell’attività edilizia e regolare l’assetto urbanistico del territorio

La natura del comparto edificatorio è del tutto peculiare: il comparto inserendosi tra la lottizzazione facoltativa e la lottizzazione d’ufficio assume la figura di una lottizzazione obbligatoria, essendo effettuata dal privato in adempimento dell’obbligo impostogli dalla P.A. sotto comminatoria di esproprio. È strumento attuativo della pianificazione urbanistica, avendo lo scopo primario di tutelare l’interesse pubblico (al pari di ogni strumento urbanistico) allo sviluppo razionale dell’attività edilizia e regolare l’assetto urbanistico

Il comparto edificatorio  ha natura giuridica di strumento attuativo delle scelte di pianificazione generale e la sua approvazione rientra tra le prerogative riservate al Consiglio Comunale dall'art. 42, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n. 267 del 2000, in materia di "programmi, relazioni previsionali e programmatiche, piani finanziari, programmi triennali e elenco annuale dei lavori pubblici, bilanci annuali e pluriennali e relative variazioni, rendiconto, piani territoriali ed urbanistici, programmi annuali e pluriennali per la loro attuazione, eventuali deroghe ad essi, pareri da rendere per dette materie".

 

 

 

Per leggere l'articolo occorre essere un utente registrato.
Prova a effettuare il login oppure registrati
Tag: comparto edificatoriocompetenzanatura del compartosviluppo razionale attività urbanisticazonizzazione
Dike Giuridica Editrice s.r.l. - P.I.: 09247421002
Via Raffaele Paolucci, 59 - 00152 ROMA
Copyright 2012 - 2018