La vigilanza sull’attività urbanistico edilizia e la discrezionalità amministrativa

Tar Campania Napoli sez. VI sentenza n.329 del 20.01.2016

L’art. 27 del d.p.r. 380/2001 che sanziona con la demolizione la realizzazione senza titoli di nuove opere in zone vincolate, è applicabile sia che venga accertato l'inizio che l'avvenuta esecuzione di interventi abusivi e non vede la sua efficacia limitata alle sole zone di inedificabilità assoluta.

In altri termini, nello schema giuridico delineato dall’art. 27 del d.p.r. 380/2001 non vi è spazio per apprezzamenti discrezionali, atteso che l’esercizio del potere repressivo mediante applicazione della misura ripristinatoria costituisce atto dovuto, per il quale è "in re ipsa" l’interesse pubblico alla sua rimozione ( cfr. T.A.R. Campania Napoli, sez. VI, 26 agosto 2010 , n. 17240).

 

 

 

Per leggere l'articolo occorre essere un utente registrato.
Prova a effettuare il login oppure registrati
Tag: attività urbanisticadiscrezionalità P.A.
Dike Giuridica Editrice s.r.l. - P.I.: 09247421002
Via Raffaele Paolucci, 59 - 00152 ROMA
Copyright 2012 - 2018