Il Consiglio di Stato conferma il proprio revirement in merito alla necessaria riferibilità dell'attestato di sopralluogo a tutte le imprese facenti parti di un'A.T.I. concorrente ad una gara pubblica

Cons. Stato, Sez. IV, 19 ottobre 2015, n. 4778

 

Cons. Stato, Sez. IV, 19 ottobre 2015, n. 4778

Presidente Numerico; Estensore Potenza

 

Anche nel caso in cui la lex specialis in materia di appalti si limiti a sanzionare con l'esclusione la sola mancata presentazione dell'attestato di presa visione dei luoghi, non prevedendo niente circa la necessità che il relativo sopralluogo venga effettuato da parte di tutti i componenti dell'ATI, tale l'obbligo non potrà che essere rivolto a tutte le imprese partecipanti, e non solo alla mandataria.

 

L'obbligo di eseguire il sopralluogo posto a carico dei soggetti partecipanti, non poteva che riferirsi al concorrente singolo ovvero a ciascun concorrente che costituisce o costituirà il raggruppamento di impresa. L'attestato di sopralluogo, la cui mancata allegazione determina l'esclusione, deve riferirsi a tutte le imprese partecipanti, e non solo alla mandataria. L'attestato di sopralluogo, la cui mancata allegazione determina l'esclusione, deve riferirsi a tutte le imprese partecipanti, e non solo alla mandataria.

Per leggere l'articolo occorre essere un utente registrato.
Prova a effettuare il login oppure registrati
Tag: appaltoassociazione temporanea di impreseatidelegafavor partecipationisgara pubblicaobbligortisopralluogo
Dike Giuridica Editrice s.r.l. - P.I.: 09247421002
Via Raffaele Paolucci, 59 - 00152 ROMA
Copyright 2012 - 2018