Sulla decadenza della concessione edilizia per inutile decorso del tempo di cui all’art. 15, D.P.R. n. 380/2001

Consiglio di Stato, sez. IV, 22 ottobre 2015, n. 4823

La decadenza del permesso di costruire non opera di per sé, ma deve necessariamente tradursi in un provvedimento espresso che ne accerti i presupposti e ne renda operanti gli effetti.

La decadenza del permesso di costruire costituisce un effetto che discende dall’inutile decorso del termine di inizio e (o) completamento dei lavori autorizzati. Condizione indispensabile perché detto effetto diventi operativo è l’adozione di un provvedimento formale da parte del competente organo comunale, ancorché meramente dichiarativo e con efficacia ex tunc.

La ragione che giustifica l’obbligo per l’ente locale di adottare un atto che formalmente dichiari l’intervenuta decadenza del permesso di costruire va individuata nella necessità di assicurare il contraddittorio con il privato in ordine all’esistenza dei presupposti di fatto e di diritto che giustifichino la pronuncia stessa.

 

 

 

Per leggere l'articolo occorre essere un utente registrato.
Prova a effettuare il login oppure registrati
Tag: atti dichiaratividecadenza della concessione ediliziaoperatività della decadenza
Dike Giuridica Editrice s.r.l. - P.I.: 09247421002
Via Raffaele Paolucci, 59 - 00152 ROMA
Copyright 2012 - 2018