Il Consiglio di Stato chiude definitivamente la vicenda degli incarichi dirigenziali conferiti a funzionari dipendenti dell’Agenzia delle Entrate

Consiglio di Stato, sezione quarta - sentenza 6 ottobre 2015, n. 4641

Il conferimento di incarichi dirigenziali nell’ambito di un’amministrazione pubblica deve avvenire previo esperimento di un pubblico concorso. Pertanto, la delibera del Comitato di gestione dell’Agenzia delle Entrate 22 dicembre 2009 n. 55 ha perpetuato la violazione della normativa primaria (D.Lgs. n. 165/2001), e di principi costituzionali (di cui agli artt. 3, 51, 97 Cost.), con un comportamento di estrema gravità, in base alla quale si è proceduto al conferimento di diverse centinaia di incarichi dirigenziali, con ripercussioni evidenti non solo sul principio di buon andamento amministrativo, ma anche sulla stessa immagine della Pubblica amministrazione e sulla sua “affidabilità”, per di più nel delicato settore tributario, dove massima dovrebbe essere la legittimità e la trasparenza dell’agire amministrativo

Per leggere l'articolo occorre essere un utente registrato.
Prova a effettuare il login oppure registrati
Tag: incarichi dirigenziali - qualifica superiore - accesso alla P.A. - concorsi
Dike Giuridica Editrice s.r.l. - P.I.: 09247421002
Via Raffaele Paolucci, 59 - 00152 ROMA
Copyright 2012 - 2018